Zalla, pasta fresca bolognese a Roma

zalla roma, pasta fresca

Che ci fa un bolognese doc in una piccola bottega “Zalla” (gialla) nel quartiere nomentano di Roma? Segue la sua passione e il suo istinto per il cibo e per i prodotti della sua terra con una sfida di business originale e di qualità: vendere le eccellenze bolognesi a Roma.

Daniele Capozzi regna sovrano dietro il bancone della sua bottega/boutique, un piccolo negozio accogliente dove predomina il colore giallo vivo della pasta tirata a mano. I prodotti artigianali arrivano freschi direttamente dagli storici laboratori bolognesi, il brodo Ferioli , la marmellata di visciole Cavazza, la torta Porretta di Corsini, e i prodotti da forno Bonazzi.

Daniele si prende cura dei suoi clienti, accoglie tutti con un sorriso e ha sempre tempo per una chiacchiera o un consiglio, mentre lavora la sfoglia per farne tagliatelle. E che tagliatelle!

 

Ma passiamo ai pezzi forti, tortellini tradizionali ripieni di mortadella, per cui è stato creato addirittura un manifesto, e passatelli (a base di pane, uova e grana) da cuocere rigorosamente in brodo. Per i più audaci in cucina è possibile anche acquistare la sfoglia grezza che sembra pergamena, e poi agnolotti, rigatoni al torchio e la gramigna per le ricette estive.

Ma non è finita qui, Daniele propone anche piatti pronti, lasagne tiratissime (un velo praticamente) bianche o rosse, e il classico ragù bolognese. Il tutto ovviamente a base di materie prime eccellenti.

 

Un ultimo consiglio, non lasciate la bottega Zalla prima di aver assaggiato tre cose:

– La zuppa imperiale (un impasto di farina di semola, uova, formaggio e noce moscata)
– La marmellata di visciole
– La mostarda di mele cotogne

Zalla non è semplicemente un negozio, ma una sosta per il palato e per l’anima.

Via Ignazio Giorgi, 47 – 00162 Roma
+39 06.64810115
info@zalla.it    www.zalla.it     https://www.facebook.com/pastazalla

Zalla, pasta fresca bolognese a Romaultima modifica: 2013-03-25T20:55:00+00:00da mangiotta
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento